0422 701091 Download

top arrow

Corona Virus, Cigno Nero, Resilienza e Start up

cigno nero

Pubblicato in data: 07/04/2020

Non intendo parlare del corona virus da un punto di vista medico del quale non capisco nulla, ne tanto meno da un punto di vista complottistico (guerra finanziaria, motivo per uscire dall’Europa, i Cinesi che vogliono dominare il mondo, oppure sono gli americani? Un esperimento fuggito dal laboratorio? Una punizione divina? Una ribellione della natura? Io ci credo poco…

Voglio parlare del  cigno nero, ma cos’è ? Il cigno nero è un libro di Nassim Nicholas Taleb , e questi all’interno del suo capolavoro, sostiene come l’improbabile governa la nostra vita, per quanto noi  ci sforziamo di controllare la natura e le nostre vite ogni tanto capitano degli eventi i cigni neri per l’appunto, che cambiano tutto, questi eventi sono caratterizzati da :

  • Sono Totalmente imprevedibili
  • Hanno una fortissima e velocissima propagazione
  • Possono essere letti solo a posteriori

Voglio parlare di cosa possiamo fare quando capitano. RESILIENZA è la risposta, cioè la nostra capacità di reagire all’evento che ci ha colpiti, perché se è vero che ciò che ci colpisce è un dato di fatto oggettivo, è anche vero che la nostra risposta è soggettiva, dipende da noi e dal peso che vogliamo dare al problema. E’ la nostra capacità di far fronte al trauma in modo positivo, riorganizzandoci e ricostruendoci , essendo pronti a cogliere le opportunità che ogni evento offre.

Voglio parlare di START UP, perché ora tutti dovremmo comportarci come se lo fossimo, cioè delle organizzazioni alla ricerca di un modello di business efficace. Non conterà più chi è sul mercato da 100 anni o da 2 mesi, perché ora è come se il mondo avesse mandato in pista la sua safety car, ha fatto rallentare tutti e ricominciare da capo, annullando tutti i vantaggi che si erano costruiti nel tempo, insomma parte un nuovo campionato e si cerca un nuovo vincitore.

Se guardiamo il bicchiere mezzo pieno possiamo considerare, questa parentesi di PIT STOP mondiale come una grossa opportunità, chiaramente lo sarà se sfrutteremo nel modo giusto il tempo che ci è stato “concesso” , e che possiamo usare per studiare e impegnarci o cazzeggiare sui social.

Dovremmo DECIDERE e SCEGLIERE come individui e come razza umana, come vogliamo essere da grandi, rendendoci conto che se vogliamo migliorare le nostre vite dobbiamo cambiare, e il primo cambiamento da fare è : essere onesti con noi stessi.

Io credo che ci siano 2 scenari possibili per il futuro :

PRIMO SCENARIO

Cambieremo grazie ad una spiritualità ritrovata, ad una ridefinizione dei valori, ad un capitalismo messo in discussione, ad una voglia di socialità, condivisione e aiuto verso gli altri. Emergeranno bisogni completamente nuovi e nuove modalità di fruizione , saremo più saggi e capiremo che il mondo e le persone che lo abitano sono una ricchezza da mantenere no da distruggere per interessi personali. Saremo anche tutti più simpatici, e creativi, girano sul web dei filmati e frasi davvero simpatiche.

SECONDO SCENARIO

Torneremo più stronzi di prima.

Mate Sirinic